Tag

, , ,

Ho diverse immagini di lei.
Ho quelle classiche, tipiche sue, con il cielo grigio e gonfio. Tronfio.
E quelle sotto la pioggia, perché è così che di solito le piace mostrarsi.
Immagini in bianco e nero, come invece a molti piace pensarla.
(Ma io preferisco i suoi colori).
Quelli delle immagini di maggio: giochi di luci e ombre, tra le piante del Luxembourg.
A giugno sotto un sole senza compromessi, da l’Etoile à la Concorde.
O lungo tutta l’estate, spesa a guardare le nuvole che corrono alte e veloci, in un attimo senza tempo, sulla pelouse di Place des Vosges.
Fotogrammi accarezzati dalla brezza, come quelli dal Pont Neuf.
O col tramonto di un picnic sull’Ile de la Cité.

In vent’anni, molti treni e altrettanti aerei, di immagini di Parigi ne ho raccolte tante.
Nessuna con le luci di Natale.
Jamais en amoreux.
È venuto il momento di rimediare. E brindare a questo nostro anno importante vissuto insieme.

* Louise Attaque – Des soirées parisiennes