Tag

, ,

Sarà stato il cielo azzurro e terso, o le temperature improvvisamente primaverili, o le vetrine luccicanti di abitini leggeri e froufrou che mi han fatto ricordare che se non mi dò una mossa, tutti i plus della bella stagione mi saranno preclusi con i cosciotti che mi ritrovo, matelassé come la 2.55 di Chanel. Fatto sta che dopo due mesi che me ne tenevo ben alla larga, oggi sono andata in piscina: ora la cosa magari non merita di essere segnata sul calendario, però almeno un applauso di incoraggiamento sì! D’altronde c’è qualche forza ancestrale che mette sempre i bastoni tra le ruote ai miei buoni propositi del lunedì e quindi -io che sono furba- ho giocato sporco e le buone intenzioni a ‘sto giro le ho espresse di venerdì.
A far le cose per bene, ora dovrei formulare anche un secondo buon proposito, ma credo che due in una sola giornata siano un po’ troppi. Quindi la dieta la rimandiamo alla prossima settimana, e stasera ci teniamo leggeri ma con gusto!
Saltimbocca di pesce spada x 2 (circa 5/6 pezzi a testa)
300 gr di pesce spada
100 gr di prosciutto crudo
un mazzetto di salvia
insalatina a piacere

Prendete del pesce spada freschissimo, affettato sottile come per il carpaccio. Disponete su ogni fetta di pesce un paio di foglioline di salvia pulita e una fettina di prosciutto crudo. A questo punto chiudete ogni “sandwich” con uno stuzzicadente, avendo cura di lasciare il prosciutto dal lato esterno. Due proposte di cottura: in forno a 200° per 8/10 minuti (disponendo i saltimbocca su un foglio di carta da forno, senza altro condimento) o in padella con olio d’oliva ben caldo, finché non sono dorati.
Io l’ho servito con insalata songino, mele rossa affettata sottile, una manciata di pinoli tostati e un condimento di olio d’oliva, succo di limone e glassa di aceto balsamico.

Ma che cosa ci si può abbinare in entrée? Qualcosa di altrettanto sfizioso e dal gusto deciso.

Caramelle di gamberi e crema di ceci
200 gr di ceci
10 gamberi puliti
1 foglio di pasta fillo
paprika dolce, tabasco, sesamo, cumino q.b.

Prendere una scatola di ceci, scolarli e lavarli sotto l’acqua corrente, metterli in un pentolino a cuocere aggiungendo dei semi di sesamo e della paprika dolce. Lasciare cuocere a fuoco basso una decina di minuti, frullare con il mixer a immersione, aggiungendo eventualmente dell’acqua se il composto resta troppo asciutto.
In una padellina con un’idea d’olio far rosolare velocemente i gamberi puliti, aggiungendo del tabasco e della paprika. Spegnere il fuoco. Con un pennello spennelare il sughetto dei gamberi sul foglio di pasta fillo, tagliare delle striscioline, disporre in ognuna un gambero e chiudere a caramella.
Infornare per dieci minuti a 200° e servire in accompagnamento alla crema di ceci con una spolverata di paprika.